Pharmakon

Eraclito in un fiume di LSD che urla “Sono una pecora! Ora un sasso! Ora una matita!”; Platone con dell’hashish, fissando l’ano di una mucca, e convinto di averci visto l’iperuranio dice “Ho trovato la verità nel buco del culo di una vacca!” e Aristotele, in preda alla cocaina, ride pensando a quanto troia possa essere sua moglie. Parmenide, nel frattempo, travolto dalle anfetamine tiene in mano il cadavere di un animale e festeggia “Finalmente l’ho presa, quella stronza di una tartaruga!”. In tutto questo trambusto, nessuno si è reso conto che Socrate ha confuso di nuovo la cicuta con il tè, vittima ormai da giorni di allucinazioni dovute al peyote regalatogli da un uomo dalla pelle rossa. Solo Democrito cerca di aiutarlo, ma vittima della Muscaria cerca di aprirgli il torace per eliminare gli atomi del veleno nel suo corpo e, vedendovi il fallimento, chiede aiuto a Zenone di Cizio che, sbuffando, risponde “Devo proprio?”. Sentendo tutta questa agitazione, Diogene di Sinope si mette in disparte nel consumare l’ultima dose di eroina rimastagli, mormorando fra sé e sé “Non capiscono che tutto questo è sbagliato! Non lo capiscono!”. Plotino giace morto su di un sasso per un cocktail di stupefacenti presi tutti assieme e che avevano in comune lo stesso effetto. Gorgia è immobile contro il fusto di un albero: gli chiedono cosa abbia preso, ma non crede di aver assunto droghe e se lo avesse fatto non ricorderebbe quali! Passano di lì, grazie a un vuoto temporale, Cicerone e Virgilio che, guardando quei maestri in preda a delirii si guardano l’un l’altro chiedendosi se son proprio questi gli esempi da seguire per una ellenizzazione di Roma. Fanno per ritornare indietro ma scoprono che i loro cavalli son stati rubati da Caligola e Nietzsche, uscito da poco dalla caverna per rilasciare qualche secolo dopo la sua intervista bomba a Zarathustra. Timothy Leary decide allora di confiscare la droga a tutti e di seppellire il povero Plotino, ammonendoli tutti urlando “Pivelli!”.

Una cosa che odiavo della scuola dell’obbligo – che poi non capisco il senso di chiamare ancora elementari, medie inferiori e superiori “scuola dell’obbligo”: non passa un cazzo di anno senza che qualcuno se ne esca con una nuova accademizzazione per un lavoro che fino a dieci anni fa bastava avere la terza media; ora anche per saper aggiustare un paio di scarpe devi avere un master in Scienza delle Costruzioni del Tacco a Spillo – erano gli incontri con gli esperti sull’uso delle droghe. Tali esperti, che si scoprivano essere ex-tossici totalmente ripuliti da anni di disintossicazione e centrini con l’uncinetto, prima o poi entravano nel discorso con la frase …Si caratterizzano in droghe leggere e pesanti ma, attenzione, non vuol dire che gli effetti delle prime siano meno devastanti delle seconde!

E allora chiamale in altro modo, per Dio! Fate distinzioni per lo status sociale di chi ne abusa, ad esempio Droghe dei poveri e Droghe dei figli di papà: il girare in continuazione su se stessi fino allo giramento di testa può essere un ottimo esempio delle prime mentre vestirsi da coglioni per apparire fighi alle sedicenni un chiarissimo esempio della seconda.

Per il resto non erano nulla di che, questi incontri: era solo un altro modo da parte dei professori di rompere il cazzo alle nostre esistenze con una relazione sull’evento cercando di ricordare i milioni di articoli di giornale su ragazze che avevano perso la memoria ingoiando una singola pasticca di ecstasy in tutta la sua vita (prima d’allora avevano solamente ingoiato lo sperma dei superiori dei loro padri affinchè pagassero l’eroina) o citazioni a caso di un libro su di una dodicenne che si faceva di hashish ed efedrina davanti una chiesa luterana.

Nel greco antico il termine pharmakon indica una qualsiasi sostanza in grado di alterare le condizioni di una persona: una pianta curativa, un veleno, una droga. È questo mito dell’alterazione, del mutare, che attrae l’inutile persistenza dell’essere umano nella mediocrità, anche sull’uso di tali sostanze.

This entry was posted in Canti Pisani. Bookmark the permalink.

10 Responses to Pharmakon

  1. Hey everyone else! I wish to ensure you are coming. Get to the Affiliate Circuit Convention this week and find me to speak business or simply straight marketing. I’m flying per day early.

    Do not forget about Mitchells and Jareds discussions. And arrived at the Badgerball – I am going to be there! You may even see me performing some DJing 😉

    Thanks to all the affiliate advertising conference and Affiliate Marketing sponsors and I hope to see you there!

  2. Read the most useful affiliate marketing convention around!

    Look at the booths, stop by to chat about marketing or business – and do not forget about Badgerball! There’ll be some popular DJs you know 🙂

    Can’t wait to see everyone else in the Affiliate Marketing party – talk soon!

  3. As we focus on the top Search Engine Optimization for our clients, a DigitalPoint member. Everyone trying to find significant Search Engine Optimization in Miami, contact us right away. On-line marketing entails conversion rate marketing, site design, status supervision, advertising, social networking marketing and SEO. Let us begin. Our organization expertise is in patent procedure, technical publishing, business legislation, and logo coverage. But that’s not totally all we do.

    Visit us: Miami SEO

  4. As we focus on the very best Search Engine Optimization for our clients, a DigitalPoint participant. Anyone seeking serious Search Engine Optimization in Miami, contact us right away. On-line marketing features conversion rate optimization, website design, popularity supervision, advertising, social networking marketing and SEO. Let’s begin. Our business knowledge is in specialized composing, business regulation, evident technique, and hallmark coverage. But that’s not absolutely all we do.

    Visit us: Miami Search Engine Optimization

  5. Silver Silvan says:

    Infatti. Non hai i vestiti!

  6. Davide Nudo says:

    E non è di droga.

  7. Silver Silvan says:

    Tu hai un problema.

  8. Davide Nudo says:

    IEO!!! IEU!!! COME MINCHIA SI DICE??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *